Siamo ciò che mangiamo?

0
44

Sono Anna Maria Mattioli, Coordinatrice di Cittadinanzattiva Assemblea Territoriale Chieti e Delegata Regionale ed assieme al Dott. Lorenzo Cinquino Coordinatore Rete Regionale Ambiente, abbiamo organizzato un progetto sull’Alimentazione sostenibile, che  è stato presentato al Dirigente Scolastico dell’I.T.C. di Ortona che lo ha pienamente approvato.

Il Dott. Cinquino ha provveduto ad elaborare il progetto stesso che si svilupperà in quattro incontri programmati.

Il primo, già tenutosi il 22 c.m. presso l’Aula Magna dell’Istituto, si è svolto in due sessioni: la prima rivolta alle classi del biennio e successivamente la seconda rivolta al triennio.

Abbiamo trovato un ambiente cordiale, accogliente e con partecipazione attiva dei ragazzi.

Dopo questo primo incontro, due studentesse hanno inviato alla nostra Associazione una breve relazione che abbiamo ritenuto doveroso  riportare sul nostro sito.

Con l’occasione ringraziamo il Corpo Docente per l’interessamento, in particolare la Prof.ssa Agnese Paciocco.

SIAMO CIÒ CHE MANGIAMO?

Nel primo dei quattro incontri sull’educazione alimentare promossi dalla prof Agnese Paciocco, noi ragazzi dell’ITC abbiamo incontrato Anna Maria Mattioli di CittadinanzAttiva la quale ci ha spiegato che per essere dei cittadini attivi basta svolgere delle semplici azioni quotidiane come ad esempio fare la raccolta differenziata, a cui non sempre noi ragazzi diamo molta importanza.

Subito dopo il dottor Lorenzo Cinquino è intervenuto illustrandoci delle slide per introdurre l’argomento e ha catturato la nostra attenzione con una mela: l’ha paragonata alla terra, l’ha scomposta, ha sottratto degli spicchi e ha detto che il poco che restava corrispondeva alla superficie terrestre coltivata.

Questa cosa ci ha fatto riflettere… ma davvero sulla terra è rimasto così poco terreno dedicato alla coltivazione?

Successivamente, attraverso altri esempi collegati al mondo vegetale e animale, ci ha fatto capire che in generale si mangia male e si spende tanto per alimenti che non sono proprio l’ideale per condurre una vita sana.

Abbiamo scoperto anche che per cucinare alcune pietanze bisogna rispettare delle regole che noi ignoriamo impedendo alle sostanze nutritive di svolgere le loro funzioni.

In conclusione possiamo dire che questo incontro è stato molto costruttivo e ci ha aperto gli occhi su cose che noi non conoscevamo, ci siamo incuriositi rispetto all’argomento e speriamo di approfondirlo meglio negli incontri successivi.

Gaia Forlano, Chiara Galasso (V A TUR ITC)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.